Ricetrasmittenti: ciò che c’è da sapere

ricetrasmittentiSe hai voglia di comunicare gratis, quindi senza spendere un solo euro, allora è il caso che inizi a pensare all’acquisto delle ricetrasmittenti.
Cosa sono le ricetrasmittenti?
Questi dispositivi, conosciuti forse maggiormente come Walkie Talkie, sono in grado di comunicare tra loro attraverso le onde radio. Ovviamente, il loro utilizzo è limitato rispetto all’uso del cellulare. Con gli smartphone è possibile comunicare a qualsiasi distanza, mentre con le ricetrasmittenti la portata minima è di un centinaio d metri fino ad un massimo di 50 km.
In passato, questi dispositivi venivano utilizzati dai soldati, per poter comunicare tra loro e avvertire nel caso il nemico, fosse pronto all’attacco. Ad oggi, il loro utilizzo si è anche trasformato in pura e semplice comodità di vita quotidiana. E se vuoi sapere tutto su tali prodotti, resta con noi, visto che più avanti andremo a parlare dei migliori walkie talkie, dei parametri da prendere in considerazione prima dell’acquisto, delle migliori marche e anche delle diverse tipologie di ricetrasmittente.

Le migliori ricetrasmittenti e le offerte

In basso potrai visionare delle interessanti offerte riguardanti tre ricetrasmittenti. Oppure potresti cliccare su “le migliori ricetrasmittenti” e scoprire quali sono i migliori walkie talkie scelti da noi. Modelli di cui potrai leggere anche delle recensioni dettagliate.

Ed ecco qui le tre offerte di cui abbiamo accennato poco sopra. Approfittane se interessato ad una delle seguenti ricetrasmittenti.

 

Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2019 4:43

Quali sono i parametri da prendere in considerazione?

In questo paragrafo tratteremo tutti quegli argomenti e tutti quei fattori che sono importanti quando si valuta l’acquisto di una ricetrasmittente. Soprattutto, se non sai molto su questo dispositivo, ti sarà molto utile valutare questi parametri per essere sicuro di fare la scelta migliore. Quindi vediamo adesso come scegliere una ricetrasmittente.

Frequenze Pmr 446

Innanzitutto, spieghiamo cosa sono le frequenze Pmr 446.
Si tratta di frequenze che permettono di trasmettere in modo del tutto gratuito. Prima, se ricordi, abbiamo detto che sul lato “economico” bisognava fare una precisazione. E la precisazione è proprio questa. Fin quando acquisti un walkie talkie con frequenza pmr446, stai sicuro di poter trasmettere in modo del tutto gratuito e senza andare incontro a nessun tipo di spesa, se non il canone annuo da pagare all’ispettorato territoriale del Ministero delle Comunicazioni.
Qual è l’importo di questo canone annuo?
Solo 12 euro all’anno e non importa se hai due o tre walkie talkie, pagherai sempre e solo 12 euro all’anno. Inoltre, il servizio Pmr 446 è di tipo europeo, quindi potresti utilizzare il tuo apparecchio in tutta Europa senza alcun tipo di problema.

Ricetrasmittenti professionali o “hobbistici”?

In base al tuo utilizzo potrai optare o per ricetrasmittenti professionali o per walkie talkie più ad uso “hobbistico”.  I primi hanno una portata e un’autonomia maggiore e sono dotati di tutti i comfort possibili, come ad esempio la funzione del doppio tasto PPT che ti permette di regolare la frequenza a tuo piacimento. Ovviamente, il prezzo non potrà essere lo stesso di un semplice walkie talkie usato in ambito hobbistico. Quindi questa scelta va fatta non solo in funzione dell’ambito di utilizzo, ma anche in funzione del budget a disposizione.

Ricetrasmittente: il numero dei canali

Un altro parametro che bisogna tenere in considerazione riguarda il numero dei anali. Più sarà ampio questo numero, più avrai la possibilità di poter avere conversazioni multiple contemporaneamente. Ovviamente, per un uso non professionale, il nostro consiglio è quello di basarsi su modelli che non superino gli otto canali. Al contrario, per un uso professionale, ci sono anche delle ricetrasmittenti con più di 200 canali.

Walkie talkie: portata

Un altro parametro da considerare è la portata massima della tua ricetrasmittente. Infatti, la portata indica la distanza di comunicazione. Se ad esempio, tale portata è di 5 km, significa che superati i 5 km, tu non sentirai più la voce di colui con cui magari stavi parlando.
Specifichiamo come questo parametro è influenzato da diversi fattori. In un campo aperto vi è la massima distanza raggiungibile, in centro città la distanza si riduce notevolmente.

Ricetrasmittenti con auricolari

In passato, uno dei ricordi più chiari riguarda il modo di uso di questi dispositivi. Infatti, per poter parlare bisognava prendere l’apparecchio con le mani. Adesso invece, con l’avvento di nuovi accessori, questo potrebbe non essere necessario.
Proprio come i telefonini, non c’è più bisogno di prendere il dispositivo tra le mani per comunicare, ma tramite gli auricolari si potrà tranquillamente conversare.
Quindi, se ti piace la comodità, scegli le ricetrasmittenti con auricolari. In alcuni casi le cuffiette sono già incluse nella confezione.

Ricetrasmittenti bluetooth

Il bluetooth ormai sta facendo parte della nostra vita. La possibilità di comunicare senza alcun filo che possa anche solo per un attimo infastidirci, ha invaso di comodità la nostra routine quotidiana. E allora, non poteva mancare questa moderna tecnologia anche nei walkie talkie.
Quindi, se vuoi anche tu conversare in libertà, senza fili, è meglio scegliere un apparecchio che sia dotato di bluetooth. Molto comodo se hai già installato in macchina un dispositivo bluetooth. Così, potresti parlare mentre guidi senza nemmeno aver bisogno degli auricolari.

Walkie talkie: pile o batteria a litio?

La differenza tra le classiche pile e la batteria a litio è abbastanza evidente e la spiegheremo in questo paragrafo. Se decidi di acquistare le ricetrasmittenti che funzionano tramite le pile classiche, dovresti entrare nell’ottica di comprare sempre delle batterie (per non spendere tanti soldi converrebbe comprare quelle  ricaricabili).
La tecnologia al litio, invece, permette una durata maggiore e la possibilità di ricaricare ogni volta che vuoi la batteria.

Funzione Vox: mani libere!

Un’altra funzione da valutare è la presenza della tecnologia Vox. Mentre in precedenza per attivare una comunicazione bisognava premere il pulsante PTT, adesso non è più necessario. Grazie a questa funzione una comunicazione si attiva semplicemente con la tua voce. Con Vox regolabile decidi l’intensità del suono che deve aprire la comunicazione.

Le migliori marche di ricetrasmittenti

Abbiamo valutato quasi tutti i parametri da prendere in considerazione. Adesso valutiamo l’ultimo. Questo riguarda le marche. Abbastanza essenziale esaminare il brand e scegliere solo quelli affidabili e conosciuti a livello nazionale e/o internazionale.
Noi abbiamo selezionato le migliori marche in:

Ricetrasmittenti portatili: ideali per ogni utilizzo

Le ricetrasmittenti portatili sono ideali sia per gli “hobbisti” che per i professionisti con quest’ultimi che magari ne hanno bisogno nelle loro aziende per permettere di far comunicare tra loro diversi impiegati e collaboratori. Ovviamente, i walkie talkie portatili sono apparecchi piccoli e quindi facilmente trasportabili. In alcuni casi potresti pure metterli in giacca, senza alcun tipo di problema di spazio e senza che possano essere un ingombro o un peso per te.

Ricetrasmittenti veicolari: le “fisse”

Se le portatili le possiamo portare sempre con noi, con le ricetrasmittenti veicolari la situazione è ben diversa perché vanno installate nei nostri mezzi di trasporto. Mantenendo comunque gli stessi vantaggi tecnici che abbiamo con un comune walkie talkie.
Nella scelta della radiotrasmittente veicolare adatta bisogna valutare anche le dimensioni dell’apparato (per evitare che sia troppo grande).

Walkie talkie per bambini

Questi sono dispositivi  che offrono gioco e sicurezza allo stesso tempo. Vengono regalati ai più piccoli proprio per impedire di dare loro un cellulare. I walkie talkie per bambini sono di certo un regalo utile per permettere di far giocare i tuoi bambini e di comunicare tra loro, in modo diverso e divertente. Dal punto di vista della sicurezza sarebbero ideali perché, se il tuo bambino si smarrisce magari mentre sei in un luogo di villeggiatura, potrai contattarlo con il tuo walkie talkie.

Walkie talkie per neonati: funzione Baby Sitter

Più sono piccoli, più hanno bisogno di attenzioni. I neonati non fanno dormire i propri genitori e hanno sempre bisogno di attenzioni. E allora, ormai è sempre più diffuso il walkie talkie per neonati. Così, se tuo figlio dovesse svegliarsi o piangere, lo potrai sentire senza bisogno di dover controllare ogni minuto se si è svegliato o meno, questo grazie alla comoda funzione Baby Sitter.
Un regalo che potrà far dormire sonni tranquilli a tutti i genitori. Anche se, sappiamo un po’ tutti che con un neonato il sonno è solo un lontanissimo ricordo.

Ricetrasmittenti vhf nautico

Qui entriamo nuovamente nel campo professionale e andiamo nel campo della marina. Se hai una imbarcazione è obbligatorio avere una radio trasmittente a bordo. Giusto per segnalare la tua posizione, anche in caso di bisogno o per ogni altra comunicazione. In passato, c’erano solo le ricetrasmittenti fisse, adesso invece hanno inventato le più economiche e funzionali ricetrasmittenti vhf portatili. Possono essere portate con sé anche nel caso, malauguratamente, dovessi trovarti su un gommone per via di un guasto alla tua imbarcazione.
Naturalmente, la potenza non è in grado di eguagliare quella delle stazioni fisse, ma riesce ugualmente ad arrivare a circa 5-6 watt che non sono di certo pochi. Una caratteristica fondamentale che è presente in tutte le ricetrasmittenti vhf riguarda la resistenza all’acqua.

Walkie talkie: prezzi

Abbiamo visto tutto quello che c’era da vedere sulle ricetrasmittenti, adesso l’ultima parola spetta solo a te. Per quanto riguarda il lato monetario, il prezzo di un walkie talkie dipende dal tuo utilizzo e dal modello di cui senti il bisogno.
Se lo devi utilizzare a livello amatoriale, allora ci sono delle ricetrasmittenti dal prezzo davvero basso. Al contrario, se invece devi utilizzarlo in ambito professionale dovresti essere pronto a spendere un po’ di più. A tal proposito ti consigliamo di leggere l’articolo “Walkie talkie prezzi“.